Martedì, 12 Gennaio 2021

IL POR FESR 2014-2020 - ASSE 6 Sviluppo Urbano Sostenibile, AZIONE 9.4.1 sub azione 2 - Intervento in Verona, Via Merano 14

Il Programma Operativo Regionale (POR), è lo strumento attraverso cui la Regione del Veneto, grazie ai circa 600 milioni di euro messi a disposizione dall’Unione Europea, dallo Stato e dalla Regione stessa, svilupperà dal 2014 al 2020 un piano di crescita sociale ed economica nei settori dello sviluppo industriale, dell'agenda digitale, dell'ambiente e dell'innovazione.

Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, detto sinteticamente FESR, è uno dei Fondi strutturali e di investimento europei il cui obiettivo è quello di finanziare progetti di sviluppo all’interno dell’Unione europea.

L'intervento dell'ATER di Verona rientra nell'ASSE 6 Sviluppo Urbano Sostenibile – Autorità Urbana di Verona, Azione 9.4.1 sub azione 2: “Co-housing”interventi infrastrutturali di recupero edifici esistenti di proprietà pubblica che prevedono ristrutturazione, riqualificazione energetica ambientale, compreso l’efficientamento energetico” e fondi propri Ater

Il Programma Operativo Regionale prevede il recupero e la riorganizzazione del fabbricato esistente attraverso la realizzazione di una social housing, formata da alloggi e spazi polivalenti, aperti anche al quartiere, destinati a famiglie in situazioni di disagio abitativo e in condizioni di fragilità socio-economica. I diretti destinatari degli alloggi beneficeranno in termini di: riqualificazione dell’immobile, risparmio energetico, opportunità abitative a canone di affitto vantaggioso, opportunità di inclusione sociale soprattutto per anziani, sperimentazioni di welfare generativo (di un abitare comunitario, di mutuo aiuto intergenerazionale).
Il programma prevede interventi rivolti all’adeguamento normativo, in termini di igiene edilizia, benessere per gli utenti, sicurezza statica, sicurezza impianti, accessibilità e risparmio energetico, anche in fase di gestione.

Nello specifico si tratta di un intervento di ristrutturazione edilizia di un immobile di proprietà dell’Ater in Verona via Merano n. 14 per la realizzazione di n. 19 alloggi in social housing e spazi polivalenti

Il PROGETTO prevede una ristrutturazione globale del fabbricato sia da un punto di vista architettonico che strutturale ed impiantistico; si prevede che il fabbricato venga svuotato all’interno delle tramezze divisorie in tutti i piani, dei massetti e dei pavimenti pertanto verranno demolite e ricostruite completamente le tramezzature interne, così come i massetti e i pavimenti, verrà inoltre demolito il tetto in legno ed il vano ascensore.
 
Saranno realizzati 14 alloggi trilocali, 5 alloggi bilocali e spazi comuni con la seguente disposizione e destinazione d’uso del fabbricato:                                                                                
Piano Interrato: Posti auto coperti n.13 posti auto e locale comune polivalente a servizio delle abita-zioni;
Piano Terra: Sala Polifunzionale a servizio delle abitazioni con servizio igienico per disabili e area scoperta pertinenziale;
Piano Rialzato: n. 1 appartamento bilocale e n.2 appartamenti trilocali di cui uno accessibile per per-sone disabili;
Piano Primo-Secondo-Terzo-Quarto: n.1 appartamento bilocale e n.3 appartamenti trilocali di cui uno accessibile per persone disabili.
 
Tutti gli alloggi saranno visitabili alle persone diversamente abili e vi sarà la predisposizione di un alloggio per ogni piano a servizio di persone diversamente abili. 
La struttura del fabbricato verrà consolidata con interventi di miglioramento strutturale e sismico migliorando la classificazione sismica. Il progetto prevede una serie di interventi strutturali a vari li-velli, e principalmente: consolidamento delle fondazioni con trave in c.a di collegamento con i plinti esistenti e platea in c.a. in corrispondenza del nuovo vano ascensore;  a livello delle murature perime-trali esterne in sasso con un placcaggio su entrambe le facciate con rete elettrosaldata e getto di be-toncino strutturale in modo da creare delle lastre continue, collegate tra loro con apposita armatura pesante; a livello di murature interne in mattoni pieni con la costruzione di un nuovo vano ascensore- vano tecnico opportunatamente collegato ai solai esistenti e a livello di solaio di copertura con la so-stituzione dell’attuale copertura con la realizzazione di un solaio piano a pannelli in latero cemento tralicciati con interposta in laterizio. 
Gli impianti verranno completamente riqualificati sia quello elettrico che termico e di condiziona-mento con particolare attenzione al risparmio energetico all’efficienza e alla facilità e praticità d’uso per tutte le persone.
L'impianto di climatizzazione invernale a servizio di ogni unità abitativa è un impianto di riscalda-mento di tipo a radiatori con radiatori tubolari in acciaio e radiatori di tipo termoarredo nei bagni.
La produzione di acqua calda sanitaria per l'edificio è prevista tramite l'installazione di n. 3 pompe di calore sanitarie ad alta efficienza con capacità 300 litri cadauna.
A servizio della sala polivalente al piano interrato sarà previsto un impianto di ricambio aria primaria mediante l'installazione di un recuperatore di calore da controsoffitto a flussi incrociati ad altissima efficienza.
Saranno installati sistemi domotici per la riduzione dei consumi di energia elettrica, come ad esempio sensori di presenza per l'accensione e lo spegnimento delle luci.
Essendo inoltre un edificio che verrà adibito a Social Housing saranno previsti sistemi di sicurezza per gli utilizzatori, quali ad esempio un sistema antiallagamento, un sistema di telesoccorso in modo tale che si possano verificare gli even-tuali bisogni degli utenti e contattare direttamente le persone di riferimento e, se necessario, gli ap-positi soccorsi istituzionali (118, Vigili del Fuoco, ecc).

Attualmente la classe energetica dell’edificio risulta di classe E, a seguito della ristrutturazione la classe energetica complessiva risulta di classe A4.

 
Il COSTO COMPLESSIVO DELL'INTERVENTO ammonta a € 2.680.000,00 di cui € 2.280.000,00 fondi europei - POR FERS 2014/2020 ASSE 6 Sviluppo Urbano Sostenibile – Autorità Urbana di Verona, Azione 9.4.1 sub azione 2: “Co-housing” e € 400.000,00 fondi propri dell'ATER di Verona
 
Il FINANZIAMENTO deriva dal Decreto AVEPA Dirigente del Settore FERS n. 191 del 15.06.2020
 
  
 
Immobile oggetto dell'intervento in Verona, Via Merano