AUTOGESTIONE

L' Autogestione è attuata negli immobili dove A.T.E.R. è l'unico proprietario.

Gli assegnatari hanno il diritto, dovere ed obbligo, così come riconosciuto dall'articolo 23 della L.R.V. n. 10/1996 e s.m.i., di provvedere alla gestione dei servizi e degli spazi comuni autonomamente.

Per tale gestione gli assegnatari si avvalgono della figura del Rappresentante dell'autogestione, che provvedono a scegliere essi stessi in assemblea.


L'Autogestione riguarda:

- la conduzione e la manutenzione ordinaria dei servizi, degli impianti, degli spazi e delle parti comuni, nel rispetto di quanto previsto nel Regolamento per gli assegnatari in locazione;

- la pulizia e l'uso delle parti comuni;

- la fornitura dell'acqua, dell'energia e del riscaldamento, lo spurgo dei pozzi neri, la conduzione del depuratore e ogni altro servizio che competa agli assegnatari.

Per quanto riguarda gli ascensori, si precisa, che la manutenzione ordinaria è affidata in abbonamento a ditte specializzate scelte dall'Autogestione.


L'A.T.E.R. promuove l'autogestione da parte degli assegnatari, sulla base delle regole e dei criteri previsti dal "Regolamento per l'autogestione da parte dell'utenza dei servizi accessori e degli spazi comuni", inizialmente approvato dalla Regione Veneto e successivamente modificato ed integrato.

Alcune brevi informazioni sul Regolamento per l'Autogestione:

- spiega ampiamente i compiti del Rappresentante dell'Autogestione;

- stabilisce le modalità  di convocazione e di validità  dell'assemblea degli assegnatari;

- prevede che la conduzione e la manutenzione ordinaria degli impianti siano affidate dall'Autogestione a ditte o a persone competenti e specializzate, mediante contratto scritto;

- viene consegnato ad ogni assegnatario al momento della sottoscrizione del contratto di locazione.


CONDOMINIO

Il condominio nasce negli immobili dove A.T.E.R. non è l'unico proprietario.

Il condominio è regolamentato ai sensi della legge n. 220/2012, che ha in parte modificato e integrato il codice civile e dall'articolo 25 della L.R.V. n. 10/1996 e s.m.i..

La gestione del condominio viene affidata alla figura dell'Amministratore di condominio, nominato in sede di assembea.

Il Regolamento condominiale contrattuale:

- è stato approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione dell'ex I.A.C.P. n. 24/4462 del 19/9/1979, a norma delle vigenti disposizioni di legge ed è tutt'ora vigente.

- viene consegnato a coloro che diventano proprietari di un alloggio, unitamente all'atto di acquisto.


Come si può diventare amministratore di condominio?

Gli amministratori di condominio che desiderano presentare la propria candidatura per la nomina, troveranno pubblicate di seguito le schede, relative alla presentazione dell'amministratore in occasione dell'assemblea di nomina del professionista dello specifico condominio.

Lo scopo della scheda è uniformare la presentazione dei professionisti ai condomini ove A.T.E.R. è condomino e dare all'assemblea una adeguata e completa presentazione del professionista che si propone.

L'A.T.E.R. pubblica la scheda appena riceve comunicazione della convocazione dell'assemblea di condominio e la lascia pubblicata sino al giorno precedente la convocazione dell'assemblea (in prima convocazione).

La scheda contiene i dati relativi all'immobile di riferimento e la data dell'assemblea in prima e seconda convocazione e deve essere integrata con il proprio preventivo.

L'amministratore può prendere visione esterna dell'immobile.

Si precisa che l'A.T.E.R. non fornisce informazioni sulle singole convocazioni di assemblea, né informazioni preliminari ai professionisti.


Ecco cosa fare:

La scheda ed il preventivo devono essere inviati all'A.T.E.R. di Verona all'attenzione dell'Ufficio Autogestione:

- tramite pec all'indirizzo protocolloatervr@legalmail.it

- tramite e-mail all'indirizzo autogestione@ater.vr.it

- a mezzo fax al numero 045 8062432

La documentazione deve essere inviata entro e non oltre il giorno precedente la convocazione di assemblea in prima convocazione.

Farà  fede l'orario di arrivo indicato nel fax e nella e-mail e non saranno in alcun modo ammesse eccezioni.

Si assicura la massima riservatezza nella raccolta delle informazioni che pervengono all'Azienda, che saranno rese pubbliche esclusivamente in assemblea condominiale, nel caso di partecipazione dell'Azienda.


FILE SCARICABILI

COMUNICAZIONE AGLI AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO - AGGIORNAMENTO REGOLAMENTO ASSEGNATARI ALLOGGI IN LOCAZIONE
REGOLAMENTO PER GLI ASSEGNATARI DI ALLOGGI IN LOCAZIONE ATER VERONA
NOTE IMPORTANTI E SUGGERIMENTI PER AMMINISTRATORI E RAPPRESENANTI AUTOGESTIONE
MODELLO LETTERA RICOSCIMENTO DEBITO SERVIZI-SPESE AUTOGESTIONE